ATTRAVERSO GLI STATES A BORDO DELL'EMPIRE BUILDER DA EAST A WEST PERCORRENDO 8 STATI - Treno

null
null
null
null
null
null
null
null
null
null
null

ATTRAVERSO GLI STATES A BORDO DELL'EMPIRE BUILDER - CODICE: USAFR001

A bordo del treno Empire Builder nella vastità e varietà dei paesaggi del Great American West.
Viaggio sui binari della leggendaria Great Northern Railway scandito in tappe epiche, con soggiorni in alberghi storici e di charme. Natura e scenari spettacolari.

 

Se volete provare un'esperienza unica nella vostra vita di viaggiatori, allora scegliete un viaggio panoramico attraverso gli Stati Uniti a bordo delle leggendarie rotaie di questo treno a lunga percorrenza che, in viaggio da Chicago a Seattle o a Portland offre una varietà incredibile di paesaggi americani: dalle città, alle praterie del Midwest, alle Montagne Rocciose, ai ghiacciai del Parco Nazionale di Glacier, alle foreste del Pacific Northwest.
A bordo dell' Empire Builder si attraversano ben otto stati: Illinois, Wisconsin, Minnesota, North Dakota, Montana, Idaho, Washington ed Oregon.

 

 

IL VIAGGIO: viaggio in treno con sistemazioni ed escursioni programmate
DURATA CONSIGLIATA: 12 - 15 giorni
PERIODO MIGLIORE: da giugno a settembre 
QUANDO PRENOTARE: almeno 6 mesi prima della partenza, specie se si viaggia in luglio/agostoo
PARTENZA: Chicago, Illinois
ARRIVO: Seattle, Washington oppure Portland, Oregon
CONSIGLIATO A:

chi non ama guidare, ma vuole esplorare gli Stati Uniti in modo diverso

DOCUMENTI e INFO UTILI: passaporto con scadenza oltre la data di rientro in Italia. ESTA obbligatorio. In alcuni casi è necessario richiedere il VISTO. Controlla qui tutti i requisiti necessari

 

 

Il viaggio offre l'opportunità di varie tappe con alloggi e visite completamente organizzate, oppure, si può anche scegliere di fare il viaggio in soli 2 giorni (senza mai fare soste ad alcuna fermata) pernottando a bordo del treno nelle carrozze con cuccetta. Ogni comodità è disponibile anche per soddisfare ogni esigenza gastronomica, oltre a regalare stupendi scenari stando comodamente seduti.

 

Il viaggio inizia alla Union Station di Chicago anticipando un percorso di grandi scenari da ammirare dai finestrini o dalla splendida carrozza panoramica Sightseer Lounge dove dei volontari "Trails and Rails" commentano la storia dei luoghi e il panorama. Tutti i pasti a bordo del treno, per chi prenota le cuccette, sono inclusi nel biglietto, mentre per chi fa il viaggio a tappe è sempre a disposizione la carrozza ristorante con un ampio menu.

In notturna il treno giunge in North Dakota, il "Northern Prairie State" lo stato delle praterie del nord. Tra le 02.00 e le 04.00 di notte sosta a Fargo, dove ci fermeremo per la notte.  La stazione, il Great Northern Freight Warehouse, è un edificio di mattoni rossi del 1902 ed è inserito  nella lista del  National Register of Historic Places.
Dopo la  sistemazione in albergo, il riposo notturno e la colazione del mattino, si dedica l'intera giornata alla scoperta di questa città di circa 120 mila abitanti, così pulsante di vita. Il nome Fargo richiama all'iconico e omonimo film del 1996, Fargo, dei fratelli Coen. Con i suoi forti accenti del Midwest e i paesaggi solitari e bianchi, questa cittadina è sull’angolo più orientale delle Grandi Pianure del North Dakota, confinante con la sua gemella Moorhead nel Minnesota.  La North Dakota State University è oggi un importante centro di ricerca ed una delle componenti dell'identità urbana. Ricca di arte, racchiusa sia in musei che all’aria aperta, Fargo è una città che non delude.

 

Proseguiamo il nostro viaggio ripartendo alle ore 03:30 di notte dove, dopo 5 ore circa di viaggio raggiungiamo Minot conosciuta come "Magic City", per la sue rapida evoluzione. La sua stazione di mattoni rossi Great Northern Railway Depot è del 1905.
L'arrivo al mattino invita alla colazione e volendo alla sosta per esplorare la città che, durante il proibizionismo negli anni '20,  divenne un centro del commercio illegale di alcolici perpetuato da Al Capone: contrabbando e prostituzione proliferarono al punto da essere soprannominata "Little Chicago". I trafficanti usavano dei passaggi sotterranei, precedentemente costruiti per il riscaldamento, per trasportare le merci illecite giunte dal Canada.
Circa il 40% della sua popolazione di 40 mila abitanti è di origine scandinava, tanto che ogni anno ad ottobre si celebra il famoso Norsk Høstfest, che è il maggiore evento scandinavo di tutto il nord America.
Esiste uno Scandinavian Heritage Park che conserva memorie e monumenti di ogni paese scandinavo, Norvegia, Svezia, Finlandia, Danimarca e Islanda.
Minot Downtown è sede di numerose gallerie  d'arte, negozi e ristoranti ed è attraversato dalla passeggiata sul fiume Minot Riverwalk.
Si termina la giornata con un'ottima cena a base di selvaggina - cervo o fagiano - e una robusta carta di vini, al 10 North Main il locale più antico di Minot rinomato per il miglior Hot Beef del North Dakota.
Pernotteremo in uno dei molteplici alberghi cittadini per ripartire al mattino successivo alle 09.00 alla volta del Montana.

 

Attraversiamo il Gassman Coulee Trestle, un grandioso ponte di ferro lungo 546 m. ed alto 35 m., nella Trestle Valley e per circa 3 ore e mezza ci addentriamo in un paesaggio tipico delle grandi pianure settentrionali con un continuo alternarsi di fattorie agricole e pascoli, terre umide e piccoli laghi adagiati in un ambiente collinare e dolce. Lungo il corso del fiume Missouri si raggiunge il Montana.  La fauna selvatica abbonda e bisogna tenere binocoli e macchina fotografica a portata di mano. Si possono avvistare bisonti, cervi, volpi, cervi dalla coda bianca,  cani delle praterie,  aquile calve.
La strada ferrata attraversa un’ambientazione tipica, ricca di coltivazioni e piccole comunità: è la vera America!
Wolf Point, la prima località che l'Empire Builder tocca nel Montana è la tipica comunità delle High Plains americane e conta solo 3.000  abitanti nella Riserva Indiana di Fort Peck, dimora delle tribù Dakota-Lakota-Nakota (Sioux) e Dakota (Assiniboine).
Oggi Wolf Point è un centro commerciale per i contadini della zona e per i rancher, ma è una località importantissima in quanto ogni secondo fine settimana di luglio si svolge qui il Wild Horse Stampede il rodeo più antico del Montana, oltre che al Wadopana Pow-wow, il più antico tradizionale raduno dei nativi nel Montana che si svolge sempre qui nel primo fine settimana di agosto.

 

Il giorno successivo alle 11.40 riprendiamo la nostra corsa alla volta del Glacier National Park.
East Glacier è la prima delle tre fermate all’interno del parco, che raggiungiamo dopo circa 7 ore di viaggio.
Il treno arriva la sera verso le 18.40 e la stazione si trova adiacente allo storico e famoso Glacier Park Lodge costruito oltre un secolo fa con alberi datati almeno 500 anni!
L'hotel si trova nella Blackfeet Reservation e quando il Lodge aprì nel 1913 fu un evento gioioso che radunò centinaia di Indiani Blackfeet (Piedi Neri).
Il Lodge conta 161 camere rustiche, una piscina all'aperto, un campo da golf 9 buche ed una Spa con massaggi e trattamenti rilassanti.  Mantenendo lo stile dell'epoca è ovvio che televisione, ascensore, aria condizionata e macchinetta per il caffè in camera non sono contemplati. 

 

E’ possibile fermarsi una o due notti in questo splendido lodge per inoltrarsi in splendide passeggiate esplorative del parco, oppure proseguire per altri 50 minuti di tragitto che ci porteranno a Essex, entrata sud del parco, per pernottare allo storico Izaak Walton Inn.
L'Inn mantiene le sue reminiscenze ferroviarie con ambienti adornati da ricordi e reperti della strada ferrata. Tra questi anche le storiche carrozze e la locomotiva diesel convertite in sorprendenti bungalow. Soggiornare in quest'albergo di proprietà e gestione famigliare è entrare a far parte di una tradizione storica delle ferrovie americane, dimenticando anche i ritmi della quotidianità contemporanea. Si scopre anche l'unicità delle stanze di lusso ricavate nelle carrozze dei treni, circondate dallo scenario  delle montagne che abbracciano il parco nazionale: il vero paradiso di montagna ove finalmente staccare la spina per collegarsi alla natura. Non si sentirà la mancanza nè di televisione né di cellulari; si potranno sfogliare e leggere i libri della libreria, giocare ad un gioco da tavolo, a carte, a ping pong o comporre un puzzle. C'è una TV satellitare nel  Flagstop Bar.  Un ristorante serve colazione, pranzo e cena. 

La visita del parco può anche essere fatta su uno dei 33 pulmini rossi, ovvero l'iconico Red Bus Jammer. Partono all'interno del parco da diversi luoghi  e con i loro tettucci mobili sono dei veicoli perfetti per offrire visuali complete delle meravigliose montagne e delle attrattive famose, tra le quali la straordinaria strada Going-to-the-Sun road che fu inaugurata nel 1933. Inoltre, le guide sono esperti che appassionatamente condividono le informazioni del parco che amano.

 

Suggeriamo almeno tre giornate per approcciarsi anche superficialmente a questo incredibile parco nazionale che vanta 1200 km. di sentieri, oltre 750 laghi alpini ed oltre 200 cascate. Una camminata da non mancare è alla Great Bear Wilderness che inizia proprio nelle vicinanze dell'Inn, altre belle camminate si fanno al Marion Lake ed allo Scalplock Lookout. Uno dei tour più completi del Glacier National Park parte dall’Izaak Walton Inn attraverso le foreste dei grandi cedri con un eventuale pranzo allo splendido Lake McDonald Lodge.
Dopo pranzo si sale verso la parte alta della Going-to-the-Sun Road fino al Logan Pass per poi ridiscendere verso St. Mary Valley. Si sosta alla Wild Goose Island per una bella vista panoramica e qualche scatto fotografico prima di rientrare in albergo.

 

Al termine della nostra lunga sosta al Glacier National Park si riparte alle 19.41 alla volta della terza fermata nel parco: West Glacier, raggiungibile in 42 minuti. Se ci volessimo fermare un’ulteriore notte, qui troviamo una buona offerta di lodge, tra cui l’iconico Belton Chalet. Rinomato per la sua elegante esperienza culinaria, il ristorante dello chalet e la tap house, dispongono di una scelta di piatti artisticamente creati con gli ingredienti locali. L'albergo è idealmente dislocato per camminate, rafting, pesca ed altre attività all'aria aperta quali gite per la discesa delle rapide e la pesca, per le quali West Glacier è ben nota. Si possono noleggiare barche all' Apgar Village e paddle board sulle sponde del Lake McDonald.

Infine, per chi vuole un’esperienza fuori dagli schemi, la possibilità di alloggiare in uno dei migliori Glamping Resort degli Stati Uniti: Under Canvas, un campo tendato di lusso che offre vedute ininterrotte dell'aspro paesaggio del Montana in una posizione incontaminata alla biforcazione del fiume Flathead River.

 

Proseguiamo quindi con il nostro viaggio verso ovest ripartendo alle 20.23 e raggiungendo in 33 minuti l'ultima fermata del Montana a Whitefish.
D'inverno la meta è stata gettonata fin dal dopoguerra, quando gli sciatori la raggiungevano con la ferrovia.  Si può ammirare la bellezza della regione del Glacier a bordo di un Cesna sorvolando l'Upper Flathead Basin e la Glacier Country ove dominano numerosi ghiacciai, tra i 30 e 50 laghi alpini, la fauna selvatica e perdersi della vastità di migliaia di ettari di foreste e zone naturali altrimenti non accessibili all'uomo. Il tour con l'idrovolante parte dalla  Marina del Lodge at Whitefish Lake, una sistemazione di gran classe adagiata sulle rive del lago.

 

Ripartiamo alle 21.16 dove in tre ore raggiungiamo l’Idaho (il 7. Stato del nostro tour) a Sandpoint, nostra ultima tappa del viaggio in treno.
Si arriva in tarda serata giusto per trascorrere la notte in un comodo albergo a Sandpoint. La piccola cittadina lacustre si trova nel Panhandle, la parte più settentrionale dello stato ed è incastonata tra tre catene montuose - Selkirk, Cabinet e Bitterroot Mountain - sulle rive del magnifico e più grande lago dell'Idaho, Lake Pend Oreille.
I 178 km. di Lake Pend Oreille sono liberi da affollamento umano ed invitano a gite in barca, al parasailing e a tutti gli sport d'acqua.
Chi ama la pesca può cimentarsi nella pesca del salmerino di lago, della trota gigante kamloop o di un'altra decina di specie di pesci che frequentano le acque profonde del lago.

Sandpoint è ai piedi della Schweitzer Mountain (la seconda grande stazione sciistica dopo la famosa Sun Valley).

Si può fare una bella gita in funivia salendo di 600 metri in verticale fino alla cima per godere di una spettacolare vista del Lake Pend Oreille, dei rilievi montuosi circostanti e del Canada. Per i più avventurosi camminate e pedalate sui numerosi sentieri. 

Ci sono almeno una ventina di gallerie d'arte e studi di artisti sparsi, oltre ad una collezione di arte pubblica che, soprattutto in estate,  adorna le strade cittadine.
Una visita meritevole è al Bonner County Historical Museum al Lakeview Park: ha numerose esposizioni con manufatti dei Nativi Indiani,

una grande collezione di foto di Ross Hall (uno dei più grandi fotografi in bianco/nero del XX secolo), una cucina dell'epoca dei pionieri ed altro ancora. Il primo sabato del mese l'accesso è gratuito.

Da non perdere una crociera al tramonto sul lago Pend Oreille con l'avvistamento dell'aquila calva; a bordo si serve un dessert, mente si naviga nei colori del sole calante pronti ad avvistare i nidi delle aquile con i piccoli aquilotti (questa crociera si svolge tra giugno e settembre per la durata di 2 ore).

 

115 km separano Sandpoint da Spokane nello stato di Washington - 8. e ultimo stato toccato dal nostro viaggio - ove si trova l'aeroporto da cui ripartiremo secondo l’operativo voli.

 

 



Richiedi informazioni

Richiedi informazioni

  CHIAMA ADESSO!

Contattaci tutti i giorni negli orari di apertura
Comunica il codice viaggio: USAFR001

  OPPURE SCRIVICI VIA EMAIL

Privacy Policy.
Compila i campi e sarai ricontattato
Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Cookies Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Cookies Policy.
OK